Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Divieto di concorrenza (società in accomandita semplice)




La regola che pone il divieto di concorrenza di cui all'art. 2301 cod. civ. , dettata in tema di società in nome collettivo, risulta applicabile, in virtù del rinvio di cui all'art. 2315 cod. civ. , anche alla società in accomandita semplice. Essa tuttavia riguarda soltanto i soci accomandatari, la cui posizione risulta assimilabile a quella dei soci illimitatamente responsabili della società in nome collettivo. Per quanto attiene alla posizione dei soci accomandanti ne sarebbe tuttavia possibile un'estensione pattizia (Cass. Civ. Sez. I, 2887/89 ).

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Divieto di concorrenza (società in accomandita semplice)
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Divieto di concorrenza (società in accomandita semplice)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto