Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Disciplina giuridica della permuta




Il contratto di permuta è disciplinato assai succintamente: il codice civile gli dedica infatti soltanto quattro norme (artt. 1552 , 1553 , 1554  e 1555 cod.civ.). Ciò si spiega agevolmente sol che si consideri il tenore di quest'ultima disposizione, che opera un rinvio recettizio alla disciplina della compravendita. Una volta che per la permuta si faccia riferimento al sistema di regole proprio della vendita non rimane che valutare il grado di compatibilità delle singole norme, senza escludere un eventuale adattamento da parte dell'interprete. Esse possono pertanto venir distinte a seconda del fatto che questa valutazione abbia o meno esito positivo. Occorrerà dar conto da ultimo alle esigue norme specificamente dettate per la negoziazione in esame. L'art.1553 cod.civ.  si riferisce all'ipotesi dell'evizione, mentre l'art.1554 cod.civ.  riguarda le spese del contratto.

 

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Disciplina giuridica della permuta
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Disciplina giuridica della permuta"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto