Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Deliberazione adottata in violazione del regolamento consiliare (società per azioni)




Poiché l'annullabilità discende esclusivamente dalla violazione di norme di legge o statutarie e non certo dalla semplice inosservanza di disposizioni regolamentari che giuridicamente sono assimilabili alle c.d. "norme interne" (circolari, ordini di servizio) emanate dagli enti pubblici nell'ambito della propria potestà di autoorganizzazione, si è ritenuto che una delibera adottata in violazione del regolamento consiliare sia annullabile solo qualora la violazione della norma regolamentare coincida con una violazione statutaria. Si pensi, ad esempio, all'ipotesi di delega dall'assemblea al consiglio volta a disciplinare per regolamento la propria organizzazione ed il proprio funzionamento (cfr. Tribunale di Roma, 18 marzo 1982 ) nota1.

nota1

Note

nota1

Si veda al commento relativo alla pronunzia citata in: Le Società n. 11,1983, p.1382, in Giur. comm., 1983, p.592, in Foro it., 1982, p. 2050, in Dir. Radiodiffusioni, 1982, p.83, in Riv. dir. comm., 1983, p.167.
top1

nota

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Deliberazione adottata in violazione del regolamento consiliare (società per azioni)
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Deliberazione adottata in violazione del regolamento consiliare (società per azioni)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto