Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 2 art. 15


Le soppressioni e le riduzioni da apportare, ai sensi dell'art. 18
della legge 16 maggio 1970, n. 281 allo stato di previsione del
Ministero dell'industria, del commercio e dell'artigianato, in
conseguenza del trasferimento alle Regioni a statuto ordinario delle
funzioni amministrative di cui al presente decreto, nonché del
personale statale, nei contingenti indicati sulla tabella allegata e
delle connesse spese di funzionamento, restano determinate come
segue:
(Omissis) (Disciplina le riduzioni da apportare allo stato di previsione
del Ministero dell'industria, del commercio e dell'artigianato).
Per l'anno 1972, in relazione al disposto del decreto-legge 28
dicembre 1971, n. 112, che fissa al 1° aprile 1972 la data di inizio
dell'esercizio, da parte delle Regioni a statuto ordinario, delle
funzioni loro trasferite e quella di iscrizione nel bilancio dello
Stato del fondo comune indicato nell'art. 8 della legge 16 maggio
1970, n. 281, gli stanziamenti relativi a capitoli da sopprimere ai
sensi del precedente comma rimarranno iscritti nel bilancio dello
Stato per una somma corrispondente ai tre dodicesimi del loro importo
e le riduzioni di stanziamenti indicate nel medesimo primo comma
saranno effettuate nella misura dei nove dodicesimi dell'ammontare
delle riduzioni stesse.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 2 art. 15"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto