Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Conferma e integrazione degli atti di trasferimento di terreni



L'art. 12 della Legge 28 novembre 2005, n. 246 ha modificato l'art. 30 del T.U. 380/01 in materia urbanistica, introducendo, con il nuovo comma IV bis, una speciale ipotesi di sanatoria degli atti di trasferimento di terreni invalidi a cagione della mancata allegazione del certificato di destinazione urbanistica ovvero delle menzioni di cui al III comma del citato art. 30 del T.U..

Le fattispecie confermative sono due. Nel caso in cui l'invalidità dell'atto dipenda dalla mancata allegazione del certificato di destinazione urbanistica, l'effetto sanante scaturirà dalla stipulazione di ulteriore atto confermativo (pubblico o autenticato) al quale venga allegata la certificazione allora mancante. Nell'ipotesi invece in cui la nullità fosse dipesa dal mancato compimento nell'atto della dichiarazione di cui al III comma dell'art. 30 del T.U. 380/01 (concernente la mancata variazione della destinazione urbanistica relativa al terreno dal giorno del rilascio della certificazione), l'atto sanante si configurerà come integrativo.

La sanatoria riguarda anche gli atti già stipulati, dunque possiede un ambito di efficacia retroattiva. Ciò, ai sensi del V comma dell'art. 12 della Legge 28 novembre 2005, n. 246, a condizione che la nullità non sia stata accertata con sentenza passata in giudicato prima dell'entrata in vigore della detta legge. Per gli atti formati all'estero le disposizioni di cui agli artt. 30 e 46 del T.U. 380/01 rinvengono applicazione con riferimento all'atto di deposito presso il notaio. Le menzioni di legge dunque potranno essere inserite nel relativo verbale.

Giova da ultimo osservare come, per effetto dell'entrata in vigore del Dpr 9 novembre 2005, n.304 sia stato abrogato il VI comma del predetto art.30 del T.U. 380/01, eliminando alcuni obblighi di comunicazione alle questure ed agli uffici comunali posti a carico dell'ufficiale rogante .

Prassi collegate

  • Quesito n. 142-2009/C, Atto di conferma ex art. 30 DPR 380/2001 di scrittura privata semplice
  • Quesito n. 321-2006/C, Conferma di verbale di gara (procedura di evidenza pubblica) privo del certificato di destinazione urbanistica

Formulari clausole contrattuali

Atto di conferma di vendita nulla per mancata allegazione del certificato di destinazione urbanistica

News collegate

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Conferma e integrazione degli atti di trasferimento di terreni
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Conferma e integrazione degli atti di trasferimento di terreni"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto