Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Codice Civile art. 499


PROCEDURA DI LIQUIDAZIONE

1. Scaduto il termine entro il quale devono presentarsi le dichiarazioni di credito, l' erede provvede, con l' assistenza del notaio, a liquidare le attività ereditarie facendosi autorizzare alle alienazioni necessarie. Se l' alienazione ha per oggetto beni sottoposti a privilegio o a ipoteca, i privilegi non si estinguono e le ipoteche non possono essere cancellate sino a che l' acquirente non depositi il prezzo nel modo stabilito dal giudice o non provveda al pagamento dei creditori collocati nello stato di graduazione previsto dal comma seguente.
2. L' erede forma, sempre con l' assistenza del notaio, lo stato di graduazione. I creditori sono collocati secondo i rispettivi diritti di prelazioni. Essi sono preferiti ai legatari. Tra i creditori non aventi diritto a prelazione l' attivo ereditario è ripartito in proporzione dei rispettivi crediti.
3. Qualora, per soddisfare i creditori, sia necessario comprendere nella liquidazione anche l' oggetto di un legato di specie, sulla somma che residua dopo il pagamento dei creditori il legatario di specie è preferito agli altri legatari.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Codice Civile art. 499"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto