Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Codice Civile art. 1256


SEZIONE V Dell'impossibilità sopravvenuta per causa non imputabile al debitore (IMPOSSIBILITA' DEFINITIVA E IMPOSSIBILITA' TEMPORANEA)
1. L' obbligazione si estingue quando, per una causa non imputabile al debitore, la prestazione diventa impossibile.
2. Se l' impossibilità è solo temporanea, il debitore, finché essa perdura, non è responsabile del ritardo nell' adempimento. Tuttavia l' obbligazione si estingue se l' impossibilità perdura fino a quando, in relazione al titolo dell' obbligazione o alla natura dell' oggetto, il debitore non può più essere ritenuto obbligato a eseguire la prestazione ovvero il creditore non ha più interesse a conseguirla.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Codice Civile art. 1256"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto