Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Codice Civile art. 1111


SCIOGLIMENTO DELLA COMUNIONE
1. Ciascuno dei partecipanti può sempre domandare lo scioglimento della comunione; l' autorità giudiziaria può stabilire una congrua dilazione, in ogni caso non superiore a cinque anni, se l' immediato scioglimento può pregiudicare gli interessi degli altri.
2. Il patto di rimanere in comunione per un tempo non maggiore di dieci anni è valido e ha effetto anche per gli aventi causa dai partecipanti. Se è stato stipulato per un termine maggiore, questo si riduce a dieci anni.
3. Se gravi circostanze lo richiedono, l' autorità giudiziaria può ordinare lo scioglimento della comunione prima del tempo convenuto.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Codice Civile art. 1111"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto