Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cessione della partecipazione sociale: forma del consenso degli altri soci



Ci si interroga se il consenso in ordine alla cessione della partecipazione sociale sia o meno soggetto a particolari requisiti formali. Il tema, come appare evidente, si inscrive in quello, più ampio, relativo alla forma del consenso all'introduzione di una qualche modificazione dell'originario contratto di società a base personale (art. 2252 cod. civ. ).

Al riguardo tra gli interpreti si è osservato che l'espressione della volontà ben può intervenire liberamente, in assenza cioè di speciali formalismi nota1. Ne seguirebbe l'ammissibilità che detto consenso possa risultare anche da comportamenti concludenti. Ciò si verificherebbe, ad esempio, ogniqualvolta i soci consentono all'acquirente della partecipazione, senza contestazione alcuna, di esercitare i diritti patrimoniali ed amministrativi spettantigli nella qualità di soggetto facente parte della compagine sociale (Cass. Civ. Sez. I, 2860/84 ). Le conclusioni di cui sopra non mutano quand'anche la società dovesse essere titolare di diritti reali immobiliari. Se infatti è vero che il conferimento degli stessi rende indispensabile la forma scritta ad substantiam, non altrettando si può concludere per quanto attiene al trasferimento della quota della società che ne sia titolare (Cass. Civ. Sez. I, 2252/98 ).

Diverso ancora è il problema del deposito ai fini dell'iscrizione nel registro delle imprese dell'atto dal quale occorre risulti il trasferimento della partecipazione sociale e le correlative variazioni del contratto di società. La legge infatti prescrive che, ai fini dell'attuazione della necessaria pubblicità, debba essere utilizzata l'atto pubblico o la scrittura privata autenticata. Ciò non toglie, come detto, che la cessione priva di tali requisiti sia comunque efficace, quantomeno inter partes (Tribunale di Milano, 30 gennaio 2008 ).

nota1

Note

nota1

Di Sabato, Manuale delle società, Torino, 1987, p. 82
top1

nota

Bibliografia

  • DI SABATO, Manuale delle società, Torino, 1987

News collegate

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Cessione della partecipazione sociale: forma del consenso degli altri soci
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cessione della partecipazione sociale: forma del consenso degli altri soci"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto