Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cause generali di annullabilità



Il capo XII° del libro IV° del cod.civ. si intitola "dell'annullabilità del contratto". La prima sezione, composta da due articoli, è relativa alla capacità delle parti (artt. 1425  e 1426 cod.civ.). La seconda sezione "dei vizi del consenso" consta delle norme di cui agli artt. da 1427 a 1440 cod.civ.. La terza infine disciplina l'azione di annullamento (art. 1441 cod.civ. e ss.).

Gli aspetti della capacità delle parti e dei vizi del consenso attengono all'elemento della volontarietà nota1, elemento essenziale ai fini della qualificazione di una manifestazione come negoziale.

La volontarietà può far difetto od essere viziata. Nell'uno e nell'altro caso, ciò comporta notevoli conseguenze sulla sorte del negozio: più precisamente, in termini generali, il negozio è affetto da una condizione patologica definibile come "annullabilità".

La rappresentanza è invece fondata sulla corrispondenza tra le indicazioni impartite dal rappresentato al rappresentante ovvero, più genericamente, si impernia sul concreto e sostanziale perseguimento da parte del rappresentante degli interessi del rappresentato: questo spiega perchè nell'ipotesi di conflitto di interessi (di cui costituisce una specie il contratto con sè stesso) si produce annullabilità dell'atto (artt. 1394 , 1395  cod.civ.).

E' ora il momento di approfondire le ipotesi per così dire generali di annullabilità previste dalla legge: tali il difetto di capacità legale e la mancanza di capacità naturale, i vizi del consenso (errore, violenza, dolo) nonchè l'abuso di poteri rappresentativi.




Note

nota1

Cfr. Tommasini, Annullabilità e annullamento (dir. priv.), in Enc. giur. Treccani, I, 1988, p.7.
top1

  

Bibliografia

  • TOMMASINI, Annullabilità e annullamento (dir.priv.), Enc. dir. Treccani, I, 1988

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Cause generali di annullabilità
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cause generali di annullabilità"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto