Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. pen. del 1994 numero 11257 (10/11/1994)


L'art. 35 R.D. 30 marzo 1942, n. 327 (Codice della navigazione) ha innovato rispetto all'art. 429 cod. civ. 1865, escludendo la possibilità della sdemanializzazione tacita del demanio marittimo, sicché impregiudicata la valutazione della sussistenza dell'elemento psicologico, sussiste il reato di occupazione arbitraria del demanio marittimo qualora non si sia ottenuta la concessione demaniale e risulti, attraverso varie prove, esaminate nel loro complesso, l'appartenenza del bene al demanio marittimo.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. pen. del 1994 numero 11257 (10/11/1994)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto