Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. pen. del 1985 (30/01/1985)


Il nuovo testo dell'art. 49 della legge notarile 16 febbraio 1913 n° 89, come sostituito dalla l. 10 maggio 1976 n° 333, non richiede piu' che la conoscenza dell'identita' della parte sia personale, cioe' anteriore all'attestazione, ma consente al notaio di raggiungere la certezza di tale identita' al momento della attestazione stessa, valutando tutti gli elementi atti a formare il suo convincimento. Tuttavia, l'accertamento notarile non deve avvenire esclusivamente attraverso un documento esibito dalla parte, poi rivelatosi falso, ma deve essere accompagnato da altre diligenti indagini. (Fattispecie in tema di falsita' ideologica relativamente all'attestato notarile di certezza dell'identita' personale della parte).

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. pen. del 1985 (30/01/1985)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto