Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile del 1974 numero 1433 (17/05/1974)


Il contratto di mandato di credito non é un negozio trilatero, perché‚ si perfeziona col solo intervento del mandante e del mandatario, ed é giuridicamente autonomo rispetto al mutuo concesso dal mandatario in esecuzione di esso.In tema di mandato di credito, non sono compensabili tra loro, per difetto del presupposto della reciprocitá, il credito del mandatario verso il terzo (cui egli, in esecuzione del mandato, abbia fatto credito) e quello vantato dal mandante verso il mandatario.In tema di mandato di credito, l'equiparazione del mandante al fideiussore importa l’applicabilità, in via di analogia, delle norme sulla fideiussione, alla obbligazione sussidiaria di garanzia derivante a carico del mandante.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile del 1974 numero 1433 (17/05/1974)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto