Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. VI-V del 2015 numero 5016 (12/03/2015)



La notificazione di un avviso di liquidazione per l'integrazione dell'imposta di registro, ipotecaria e catastale relativa ad una compravendita registrata telematicamente dal notaio rogante, che in tale veste abbia provveduto all'autoliquidazione e al relativo versamento, vale solo a costituirlo responsabile dell'imposta, tenuto all'integrazione del versamento, e non anche ad incidere sul principio di cui all' art. 57 del D.P.R. n. 131/1986 in base al quale i soggetti obbligati al pagamento dell'imposta restano le parti sostanziali dell'atto di compravendita. Principio, questo, destinato a rimanere fermo anche nel caso in cui il notaio rogante abbia omesso di provvedere al versamento delle somme destinate al pagamento.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. VI-V del 2015 numero 5016 (12/03/2015)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto