Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. V del 2016 numero 13145 (24/06/2016)



Le disposizioni contenute nell'art. 53 bis d.p.r. n. 131/1986 devono essere interpretate valorizzando la chiara intenzione del legislatore di estendere i poteri d'accesso anche nei confronti di chi non è imprenditore o professionista soggetto lVA. E a tal riguardo l'unica disposizione che si presenta compatibile con l'accesso strumentale all'accertamento dell'imposta di registro nei confronti di chi non è soggetto IVA, deve essere rinvenuta nell'art. 52, comma II, d.p.r. n. 633/1972 che permette di effettuare accessi anche in private abitazioni "previa autorizzazione del procuratore della Repubblica, soltanto in caso di gravi indizi di violazioni" fiscali.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. V del 2016 numero 13145 (24/06/2016)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto