Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. Unite del 1993 numero 12158 (10/12/1993)


A seguito dell'entrata in vigore del D.P.R. 24 luglio 1977 n. 616, che ha disposto il trasferimento alle Regioni delle funzioni amministrative anche in materia di usi civici, ivi comprese quelle attribuite al Ministero dell'agricoltura e delle foreste ed al commissario per la liquidazione degli usi civici dalla legge 16 giugno 1927 n. 1766, le legittimazioni previste dall'art. 9 di tale legge, relativamente al possesso di terreni gravati da uso civico, sono state sottratte alla potestà commissariale, ormai non più attinente all'ambito amministrativo e contenuta nei soli limiti della funzione giurisdizionale in ordine alle controversie riguardanti l'estensione e la natura dei diritti di cui all'art. 1 della medesima legge.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. Unite del 1993 numero 12158 (10/12/1993)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto