Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. Unite del 1981 numero 4414 (17/07/1981)


Il contratto in frode alla legge è caratterizzato dalla consapevole divergenza tra la causa tipica del contratto prescelto e la determinazione causale delle parti indirizzata all' elusione di una norma imperativa. Pertanto, ove si accerti che le parti abbiano posto in essere un negozio in frode alla legge (nella specie, illecita esportazione di capitali in violazione delle leggi valutarie italiane), la nullità inficia l'intero negozio, mentre è irrilevante che una delle parti, per essere straniera, abbia posto in essere il negozio per motivi leciti secondo il proprio ordinamento, in quanto si tratta di contratto inficiato da nullità perchè caratterizzato, nel suo insieme da causa oggettivamente illecita, che postula la necessaria comunanza dell'intenzione fraudolenta, giacchè attraverso un oggettivo collegamento strutturale e funzionale, e utilizzato un contratto tipico e permesso per realizzare un risultato vietato da norme imperative.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. Unite del 1981 numero 4414 (17/07/1981)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto