Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. Unite del 1977 numero 4557 (24/10/1977)


Il termine di trenta giorni fissato dal quarto comma dell'art. 7 della legge 27 aprile 1962, n. 231, entro il quale i familiari debbono confermare la domanda di cessione in proprietà di un alloggio di tipo popolare ed economico, già presentata dall'aspirante poi deceduto, opera nel caso di attribuzione di tale diritto jure proprio a talune categorie di familiari dell'assegnatario, non già nell'ipotesi di trasmissione del diritto alla cessione in proprietà dell'alloggio iure hereditario.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. Unite del 1977 numero 4557 (24/10/1977)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto