Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. Lavoro del 1992 numero 6741 (03/06/1992)


Nell' ipotesi di nullità del licenziamento intimato in violazione della garanzia procedimentale del contraddittorio di cui al secondo e terzo comma dell' art. 7 della legge n. 300 del 1970, applicabile anche nell' area della recedibilità "ad nutum" del datore di lavoro, la questione della conversione del licenziamento nullo in recesso "ad nutum" non può essere esaminata d' ufficio dal giudice, se non ritualmente e tempestivamente eccepita dal convenuto datore di lavoro, a conoscenza della nullità dell' intimato licenziamento, con l' allegazione dell' intento del medesimo di recedere dal rapporto anche in difetto del motivo disciplinare.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. Lavoro del 1992 numero 6741 (03/06/1992)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto