Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. Lavoro del 1981 numero 561 (24/01/1981)


Ai sensi degli artt 2563 e 2565 cod civ, la ditta, che puo continuare ad essere intitolata al nome dell' imprenditore defunto, si trasmette ai successori unitamente all' azienda, in mancanza di una diversa disposizione testamentaria; ed il trasferimento comporta la possibilità di continuare l' esercizio dell' impresa come originariamente denominata, compreso il nome del titolare non più in vita che puo costituire un elemento indispensabile, o quanto meno utile, per la conservazione dell' avviamento commerciale. È, pertanto, idonea ad interrompere la prescrizione una diffida ad adempiere inviata alla ditta dopo la morte dell' originario titolare e ricevuta, senza contestazione, dagli eredi.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. Lavoro del 1981 numero 561 (24/01/1981)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto