Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 1998 numero 6686 (09/07/1998)


Il genitore risponde, ai sensi dell'art. 2048 c.c., dell'atto illecito compiuto dal proprio figlio minore, quand'anche la responsabilità di quest'ultimo non sia accertata in concreto, ma sia stata presunta ex art. 2054, comma 2, c.c.In materia di risarcimento del danno causato da sinistri stradali, qualora con sentenza non definitiva sia affermata la pari responsabilità dei conducenti coinvolti, ex art. 2054, comma 2, c.c., e tale sentenza non venga impugnata, è precluso in sede di decisione definitiva ogni riesame circa la sussistenza dei presupposti per l'applicabilità dell'art. 2054, comma 2, c.c.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 1998 numero 6686 (09/07/1998)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto