Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 1986 numero 4344 (28/06/1986)


L' alea che caratterizza il contratto di vitalizio oneroso - ravvisabile ogni volta che le concrete pattuizioni realizzino una situazione di incertezza circa il vantaggio economico e, correlativamente, le perdite che potranno alternativamente verificarsi nello svolgimento e nell' effettiva durata del contratto - va esclusa quando il beneficiario della rendita sia per malattia (od età) in tale stato da rendere certa o estremamente probabile la sua morte in un arco di tempo determinabile. L' indagine sulla ricorrenza di tale elemento va condotta con riferimento al momento della conclusione del contratto, valutando la gravità della malattia e, quindi, le possibilità di sopravvivenza del vitaliziato.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 1986 numero 4344 (28/06/1986)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto