Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 1979 numero 4385 (21/07/1979)


Nell'ipotesi di danno derivato all'utente di un ascensore dal cattivo funzionamento del relativo impianto, il condominio e non l'appaltatore del servizio di manutenzione risponde ex art. 2051 c.c., in mancanza di prova del fortuito (comprensivo della colpa del danneggiato e del fatto del terzo): ciò non esclude l'inadempimento dell'appaltatore e la conseguente rivalsa del condominio nei suoi confronti, non influendo la mancata prova liberatoria nel primo rapporto (condominio - danneggiato) sul secondo autonomo rapporto (condominio - appaltatore).

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 1979 numero 4385 (21/07/1979)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto