Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 1979 numero 1494 (10/03/1979)


La disciplina unitaria dei contratti misti, cioè quella risultante dalle norme del contratto tipico nel cui schema sono riconducibili gli elementi prevalenti (cosiddetta teoria dello assorbimento o della prevalenza) non esclude ogni rilevanza giuridica, degli altri elementi, che sono voluti dalle parti e concorrono a fissare il contenuto e l' ampiezza del vincolo contrattuale; elementi ai quali si applicano le norme proprie del contratto cui essi appartengono, in quanto non incompatibili con quelle del contratto prevalente. Pertanto, se in un contratto misto, la causa di un determinato contratto tipico si fonde con quella del deposito in modo tale che gli elementi del primo prevalgono su quelli del secondo, ciò non esclude che, in relazione agli elementi del deposito, possano applicarsi alla disciplina del rapporto le norme dettate per il corrispondente contratto, qualora nessuna incompatibilità sussiste tra queste e quelle proprie dell' altro contratto prevalente.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 1979 numero 1494 (10/03/1979)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto