Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 1968 numero 327 (01/02/1968)


Per la validità ed efficacia della risoluzione per mutuo consenso di un contratto stipulato da una società in nome collettivo poi messa in liquidazione, non è necessario l'intervento del liquidatore ove al contratto solutorio partecipino tutti i soci i quali, dato lo speciale tipo di società sprovvista di personalità giuridica e nonostante il particolare status in cui essa si trova, conservano nella loro totalità integro il potere di sostituirsi al liquidatore, anche adottando deliberazioni eventualmente contrastanti con la liquidazione.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 1968 numero 327 (01/02/1968)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto