Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 2016 numero 2236 (04/02/2016)



Deve ritenersi legittima la motivazione della sentenza di merito che ha accertato il diritto reale d’uso per parcheggio di autovetture in capo al singolo condomino su di un’area da staccarsi dalla maggior superficie del piano cantinato del fabbricato, dovendosi rilevare l’esistenza di un vincolo pubblico di destinazione soggettivo in favore degli utilizzatori dello stabile nell’ambito dei parcheggi condominiali riconducibili alla disciplina della legge c.d. Ponte, laddove il costruttore abbia violato la proporzione tra volumetria e area riservata a parcheggio, perché ha considerato solo la volumetria degli appartamenti venduti a terzi e non anche quella di tutto l’edificio.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 2016 numero 2236 (04/02/2016)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto