Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 2003 numero 9668 (17/06/2003)


In materia di reintegrazione, l'animus spoliandi non è escluso dalla presenza di un titolo di concessione o autorizzazione amministrativa, perché questa non fa venire meno l'intenzione di attentare al possesso altrui: pertanto, il concessionario non può farsi giustizia da sé, sottraendo al detentore il materiale possesso del bene, venendo così a realizzare quel comportamento perseguibile con l'azione di spoglio.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 2003 numero 9668 (17/06/2003)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto