Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1998 numero 5517 (05/06/1998)


In tema di compossesso, ricorre l' ipotesi dello spoglio quando l' atto compiuto dal compossessore (preteso spoliatore) abbia travalicato i limiti del compossesso (impedendo o rendendo più gravoso l' uso paritario della "res" agli altri compossessori), ovvero abbia comportato l' apprensione esclusiva del bene, con mutamento dell' originario compossesso in possesso esclusivo. Ne consegue che, con riguardo all' utilizzazione del tetto di un immobile da parte di uno dei compossessori mediante l' installazione di un' antenna ricetrasmittente, la configurabilità di uno spoglio o di una turbativa del possesso nei confronti degli altri compossessori postula, necessariamente, l' accertamento di un impedimento ad un analogo uso del bene comune da parte di costoro, conseguente allo specifico comportamento in concreto tenuto dal primo utilizzatore.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1998 numero 5517 (05/06/1998)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto