Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1997 numero 13098 (30/12/1997)


E' nullo per indeterminatezza della prestazione e per mancanza di criteri oggettivi per individuarla - che devono esser prestabiliti nello stesso contratto, se la forma scritta è richiesta "ad substantiam" - un preliminare di permuta immobiliare con il quale una parte si obbliga a trasferire all' altra il 30% di quanto costruendo su un' area di risulta dopo la demolizione di un immobile, di volumetria "consentita" dalle norme urbanistiche, senza specificare né il tipo né le dimensioni della costruzione, rimesse all' arbitrio dell' obbligato.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1997 numero 13098 (30/12/1997)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto