Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1994 numero 7589 (30/08/1994)


L'accertamento, da parte del giudice di merito, dell'esistenza, gravità, apparenza e riconoscibilità dei vizi della cosa compravenduta, ai fini della pronuncia sulla domanda redibitoria, costituisce apprezzamento di merito insindacabile in sede di legittimità, se sorretto da motivazione adeguata e priva di vizi logici e giuridici.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1994 numero 7589 (30/08/1994)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto