Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1992 numero 3950 (01/04/1992)


Il principio secondo cui il legittimario che sia stato pretermesso dalla eredità non è tenuto alla previa accettazione con beneficio d'inventario per proporre, ai sensi dell'art. 564 cod. civ., l'azione di riduzione di donazioni e di legati, concerne il caso di pretermissione totale, e, pertanto, non trova applicazione nel caso in cui il legittimario pretermesso sia stato chiamato "ex lege" a succedere in altri beni dei quali il testatore non abbia disposto.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1992 numero 3950 (01/04/1992)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto