Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1986 numero 543 (27/01/1986)


La facoltà di commutazione riconosciuta ai figli legittimi e ai loro discendenti dalla norma del II comma dell'art. 574 c.c. costituisce una modalità di realizzazione della divisione e, pertanto, la relativa istanza, non introducendo una domanda nuova, può essere proposta fino a quando non viene definitivamente assegnata la quota al figlio naturale e, quindi, per la prima volta anche nel giudizio di rinvio.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1986 numero 543 (27/01/1986)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto