Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1986 numero 4533 (12/07/1986)


Ricorre l'ipotesi di litisconsorzio necessario di tutti i successori legittimi riguardo all'azione d'impugnazione del testamento per indegnità a succedere della persona designata come erede dal "de cuius", in quanto tale azione è diretta a ottenere una pronuncia in ordine a un rapporto giuridico unitario e ha per oggetto l'accertamento, con effetto di giudicato, della qualità di erede, la quale, per la sua concettuale unità non sarebbe operante se la decisione non fosse emessa nei confronti di tutti coloro che, essendo soggetti del rapporto successorio sono interessati alla successione mortis causa.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1986 numero 4533 (12/07/1986)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto