Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1983 numero 2855 (26/04/1983)


Se il debitore e un terzo convengono che questi assuma il debito del primo, ma il creditore non aderisca alla stipulazione in suo favore, si ha un accollo cosiddetto semplice o ad efficacia interna, in quanto la convenzione ha effetto soltanto fra le parti senza alcuna liberazione dell' originario debitore, ancorché sia stata stipulata una condizione in tal senso, atteso che la liberazione dell' accollato è prevista solo quando l' accollatario aderisce ad una convenzione in cui essa sia espressamente pattuita, ovvero quando, nell' aderire ad una convenzione che non la contenga, l' accollatario dichiara espressamente di liberare il debitore originario.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1983 numero 2855 (26/04/1983)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto