Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1982 numero 5889 (09/11/1982)


Il curatore dell'eredità giacente è legittimato a resistere alle azioni di petizione ereditaria concernenti beni che non si trovano più compresi nell'eredità, per averne il de cuius già disposto per atto tra vivi, in quanto detto curatore deve intendersi abilitato a difendere l'integrità giuridica ed economica di tutti i rapporti comunque compresi o riconducibili nell'eredità giacente, onde assicurare un'opportuna tutela del relativo asse contro l'accertamento pregiudizievole di eventuali responsabilità patrimoniali suscettibili di riverberarsi sulla consistenza economica dell'eredità.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1982 numero 5889 (09/11/1982)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto