Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1979 numero 5893 (13/11/1979)


La manifestazione di volontà del legatario di rinunziare al legato - il cui acquisto avviene ipso iure - può essere anche tacita, e, trattandosi di legato in sostituzione di legittima, il materiale conseguimento del legato ha portata confermativa dell'acquisto già operante de iure, con la conseguente perdita della facoltà di scelta tra successione testamentaria e successione legittima. Ne consegue che una mera riserva di supplemento espressa all'atto del conseguimento del legato, non può essere considerata né come equivalente giuridico della rinunzia, che, secondo la legge, costituisce il solo atto idoneo alla preservazione dei diritti inerenti alla qualità di erede, né come salvaguardia del diritto di rinuncia in prosieguo, diritto ormai estintosi con il fatto del conseguimento.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1979 numero 5893 (13/11/1979)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto