Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1977 numero 3306 (25/07/1977)


Come nell'azione di risoluzione della vendita per acquisto di buona fede a non domino (art. 1479 cod. civ.), anche nell'azione di garanzia per evizione totale (art. 1483 cod. civ.), quando derivi da una vendita di cosa altrui e si chieda la restituzione del prezzo, è configurabile una risoluzione del contratto e fondamento è, in entrambi i casi, il mancato trasferimento del diritto esente da vincoli di responsabilità come effetto immediato del consenso. Pertanto, proposta l'azione di restituzione del prezzo della vendita per evizione totale, l'inadempienza del venditore risulta già dedotta e il giudice che vi ravvisi, invece, un'azione di risoluzione ex art. 1479 cod. civ. (in difetto degli estremi dell'evizione) non pone a fondamento della propria decisione un fatto diverso e mai dedotto, ma solo da alla domanda medesima una differente qualificazione giuridica.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1977 numero 3306 (25/07/1977)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto