Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1977 numero 2261 (03/06/1977)


Il patto successorio dispositivo ha, come suo elemento essenziale, l'intenzione delle parti di disporre di un bene che esse allo stato riconoscono essere altrui e che prevedono diventerà in futuro di pertinenza del disponente, mortis causa; pertanto, non è ravvisabile patto successorio nell'ipotesi in cui il disponente aliena un immobile di proprietà di terzi prima della morte del proprietario, ma nella convinzione di alienare un bene proprio e non già un bene che prevede di acquistare a causa di morte.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1977 numero 2261 (03/06/1977)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto