Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1976 numero 4142 (10/11/1976)


Le pattuizioni con le quali i proprietari di più lotti vicini, compresi in una lottizzazione di aree fabbricabili, stabiliscono i criteri ai quali ciascuno dovra conformarsi nell'esecuzione degli edifici da costruirsi, rientrano nella figura della servitù a favore o a carico di un edificio da costruire, di cui al capoverso dell'art. 1029 Cod. civ.. tale diritto ha natura reale sin dall'origine, dovendo ritenersi costituito a favore del suolo su cui l'edificio dovra sorgere ed al quale mira precisamente ad assicurare i cospicui vantaggi derivanti da una determinata futura utilizzazione edificatoria, che, secondo le comuni regole in materia di rapporti di vicinato tra proprietari confinanti, sarebbe invece vietata. Da ciò consegue che la servitù, la quale accresce immediatamente la utilitas del suolo, salvo ad espandersi al costruendo edificio, è opponibile ai terzi sin dalla sua costituzione, purché sia regolarmente adempiuto l'onere della trascrizione.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1976 numero 4142 (10/11/1976)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto