Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1976 numero 3254 (05/10/1976)


Di fronte ad una scheda contenente disposizioni di ultima volontà, non olografa e non sottoscritta, il giudice del merito deve accertare se essa contenga una dichiarazione di volontà soltanto espressa, ossia completa nella formazione del suo testo, o altresì emessa, ossia resa dal dichiarante ed utilizzabile nell' ambiente sociale in quanto distaccata dalla di lui sfera soggettiva: solo in quest' ultimo caso potra ravvisarsi una disposizione testamentaria, nulla bensì ex art. 606 cod. civ., ma convalidabile ex art. 590 cod. civ., e non un semplice progetto di testamento, non convalidabile.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1976 numero 3254 (05/10/1976)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto