Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1976 numero 2541 (07/07/1976)


Il curatore dell'eredità giacente il quale intenda ricorrere ex art. 111 Cost. contro la liquidazione del compenso effettuata dal pretore per l'attività da lui svolta, deve chiedere la nomina di un curatore speciale all'eredità giacente, ai sensi degli artt 78, 79 e 80 Cod. proc. civ. per l'instaurazione di un valido contraddittorio: deve perciò ritenersi inesistente la notificazione del ricorso per cassazione da lui eseguita nei propri confronti quale rappresentante dell'eredità, con la conseguente inammissibilità dell'impugnazione.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1976 numero 2541 (07/07/1976)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto