Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 2014 numero 3555 (14/02/2014)




Nella fattispecie rappresentata dal pegno di titoli del privato in favore della banca a garanzia di crediti che l’istituto vanta nei confronti della società deve ritenersi erronea la decisione secondo cui l’atto costitutivo del pegno non avrebbe individuato il credito garantito, laddove esso risulta invece individuato con l’esatta indicazione per tipologia e ammontare delle linee di credito garantite, considerato anche che il credito garantito trae origine esclusivamente dal rapporto di affidamento, mentre il rapporto di conto corrente rappresenta soltanto lo strumento e la modalità concreta per l’utilizzo della concessa linea di credito.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 2014 numero 3555 (14/02/2014)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto