Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 2003 numero 13439 (12/09/2003)


Non sussiste incompatibilità tra l'articolo 48 del regolamento notarile - che impone al notaio di tenere esposta all'esterno del suo studio una tabella che riproduca la legenda del proprio sigillo - e le norme del regolamento comunale che, per l'affissione delle targhe, pongono l'obbligo di richiedere un'autorizzazione comunale, in ossequio a esigenze di aspetto dei fabbricati ed estetica edilizia urbana ai sensi dell'articolo 33 del Rd 1150 del 1942. ne consegue che il carattere obbligatorio di una targa non può legittimare di per sé l'obbligato ad apporla senza alcun controllo sulle dimensioni e su ogni altro elemento influente sull'estetica urbana, presentandosi la suddetta autorizzazione quale atto vincolato nell'an e diretto unicamente alla valutazione del quomodo.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 2003 numero 13439 (12/09/2003)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto