Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1998 numero 5878 (12/06/1998)


La questione di legittimità costituzionale delle norme sulla fideiussione doganale, come interpretate dalle sentenze 499 e 500 del 1993 delle sezioni unite della corte di cassazione, in riferimento agli artt. 3 e 24 della Costituzione è manifestamente infondata, atteso che nulla vieta che l'importatore della merce si rivolga ad uno spedizioniere che, anziché procedere a stipulazione di polizza fideiussoria con un istituto di assicurazione accreditato presso l'amministrazione finanziaria, adotti un sistema di garanzia reale, e che il sistema previsto dal legislatore per il pagamento differito dei tributi doganali non richiede necessariamente che l'importatore fornisca immediatamente allo spedizioniere la provvista per il pagamento degli stessi.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1998 numero 5878 (12/06/1998)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto