Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1995 numero 12735 (12/12/1995)


Salvo che non sia diversamente stabilito, anche quando le parti convengano che il creditore rinunci ad essere pagato nel proprio domicilio e debba richiedere il pagamento attraverso cambiali tratte o vaglia cambiari, e quindi al domicilio del debitore, se questi non paghi alla scadenza l' obbligazione deve essere adempiuta al domicilio del creditore, riprendendo vigore la regola dell' art. 1182 cod. civ., e in tale luogo di esecuzione dell' obbligazione può essere proposta, ex art. 20 cod. proc. civ., la domanda di pagamento.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1995 numero 12735 (12/12/1995)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto