Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1993 numero 9935 (07/10/1993)


La responsabilità diretta dello Stato verso i terzi per l' attività a questi ultimi pregiudizievole dei pubblici dipendenti presuppone la riferibilità dell' attività allo Stato, in quanto diretta al perseguimento dei suoi fini istituzionali, ancorché con abuso di potere. Tale riferibilità va esclusa quando l' attività trovi nell' esplicazione della pubblica funzione solo l' occasione del suo manifestarsi per finalità estranee a quelle della pubblica funzione o a quelle dell' ufficio, o addirittura contro l' interesse della pubblica amministrazione (nelle specie, alcuni funzionari doganali avevano fatto falsamente apparire in transito comunitario merce di provenienza extracomunitaria, immessa sul mercato interno, che avrebbe dovuto essere soggetta al pagamento di diritti doganali).

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1993 numero 9935 (07/10/1993)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto