Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1992 numero 5359 (06/05/1992)


A norma del combinato disposto degli artt. 394 e 424 cod. civ. l' inabilitato può stare in giudizio come attore e come convenuto con l' assistenza del curatore. E' pertanto inammissibile la domanda giudiziale, come l' impugnazione che sia proposta dal curatore ancorché nell' interesse dell' inabilitato, atteso che il curatore ha istituzionalmente solo funzioni di assistenza e di supporto, non di rappresentanza o di sostituzione processuale del suo assistito, cui spettano le manifestazioni di volontà processuale.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1992 numero 5359 (06/05/1992)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto