Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1980 numero 2165 (03/04/1980)


In materia di società di persone una convenzione, intervenuta fra tutti i soci, diretta allo scioglimento della società e alla attribuzione delle relative attività, senza che si sia proceduto alla totale estinzione delle passività o all'accantonamento delle somme per i crediti non ancora scaduti, benchè inopponibile ai creditori sociali ed insuscettibile di precludere il fallimento della società oltre l'anno dal compimento di tale negozio giuridico, assume, comunque, piena validità ed efficacia inter partes, e pertanto, al socio che vi abbia aderito non e consentito di contestarne la validità ed efficacia agendo maliziosamente in giudizio, oltre che in proprio, quale presunto amministratore di una società che egli stesso ha concorso a sciogliere e ad estinguere.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1980 numero 2165 (03/04/1980)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto