Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1980 numero 1614 (11/03/1980)


La convenzione, con la quale un privato cede gratuitamente un terreno al comune, al fine di consentire a questo la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria e di ottenere la licenza edilizia per un fabbricato da costruire su suolo contiguo, in relazione all'art. 10 quinto comma della legge 6 agosto 1967 n. 765, integra un negozio giuridico bilaterale costitutivo dell'obbligo dell'ente territoriale di rilasciare detta licenza, e, correlativamente, in caso di inadempienza, del diritto del privato di conseguire il risarcimento dei danni a titolo di illecito contrattuale, salvo che la mancata concessione della licenza medesima si ricolleghi all'esercizio da parte del comune di potestà amministrativa discrezionale, mediante una variazione o modificazione dei programmi urbanistici che risulti ostativa all'esecuzione del pregresso impegno.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1980 numero 1614 (11/03/1980)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto