Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1977 numero 1040 (16/03/1977)


L' ordinanza, con la quale il pretore od il presidente del tribunale, in applicazione dell' art. 446 Cod. civ., fissano un assegno provvisorio di alimenti, può essere posta in esecuzione nei confronti dell' obbligato solo previa notificazione al medesimo con la formula esecutiva, ai sensi degli artt 475 e 479 Cod. proc. civ.. un esonero da detto adempimento, infatti, non è previsto da alcuna norma di legge, ne può evincersi dalla natura del provvedimento, il quale mira esclusivamente a tutelare le esigenze dell' alimentando in corso di causa, e non ha carattere cautelare in senso proprio.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1977 numero 1040 (16/03/1977)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto